Home |  Finanziamenti e prestiti  |  Elettrodomestici  |  Frigoriferi  |  Lavatrice  |  Scaldabagno  |  Lavastoviglie  |  Cappa  |  Caldaie  |  Condizionatori  | Cucine  |  |  Contattaci

Differenze e confronto tra finanziamenti e prestiti
Spesso si parla di finanziamenti e di prestiti, ma quali sono le differenze sostanziali tra questi due strumenti contrattuali?
Dal punto di vista giuridico sono praticamente simili, l’unica sostanziale differenza sta nel fatto che i finanziamenti sono contratti stipulati con le finanziarie che anticipano i soldi per uno scopo ben preciso, acquisto di un auto, di elettrodomestici e simili.
Infatti la cifra finanziata viene erogata direttamente al venditore mentre chi ha chiesto il finanziamento la restituisce a rate con più o meno interessi alla finanziaria.
Il prestito può essere personalizzato e può essere dato al cliente senza specificare quale è lo scopo finale della somma erogata e può essere garantito da fidejussione, da garanzia o in bianco.





Finanziamenti tasso zero
I finanziamenti a tasso zero sono un accordo tra venditori e finanziarie e sono proposti sostanzialmente per invogliare i clienti ad acquistare prodotti. Ma se il tasso di interesse è pari a zero dove è il guadagno della finanziaria? Spesso in realtà il tasso di interesse è pagato direttamente dai commercianti alle finanziarie e inoltre non dimentichiamoci delle spese d’istruzione pratica!

Prestiti tasso zero
I Prestiti a tasso zero sono una forma di finanziamento che ha trovato ampio spazio nel corso di questi anni per acquistare prodotti di uso comune, dalle automobili agli elettrodomestici, dai mobili alle vacanze. Questo metodo viene realizzato per convincere il consumatore ad comprare un determinato bene, ma anche un servizio, con la proposta di restituire il denaro a condizioni favorevoli.

Prestiti dipendenti
I dipendenti pubblici, statali o privati che siano, possono fruire di particolari condizioni nel ricevere dei prestiti; infatti ogni istituto di credito propone diverse soluzioni cucite su misura per le tipologie di lavoro svolto. Si intuisce che una banca si ritiene più garantita da uno stipendio fisso e certo nel tempo quando erogare un prestito, rispetto ai lavoratori autonomi o precari.




Confronto finanziamenti
È sempre utile fare il confronto tra i vari finanziamenti proposti dai diversi istituti finanziari in modo da valutare quale è più consono alle nostre esigenze. Quindi risulta importante conoscere chi eroga il finanziamento, con quali condizioni e quali obblighi contrattuali; ma è importante anche fare una analisi oculata sul motivo reale per cui viene richiesto un finanziamento.

Preventivo prestiti
Il primo passo da fare quando occorre un prestito è chiedere il preventivo dove vengano indicati chiaramente i costi, le spese e le rate in modo da conoscere realmente quale sarà la cifra finale da restituire al termine del credito. E ovviamente non bisogna mai fermarsi ad un solo preventivo, ma possibilmente richiederne a diversi istituti di credito in modo da poter scegliere il migliore.

Tasso prestiti
Il tasso d’interesse dei prestiti può essere definito in maniera semplice come il costo del prestito stesso, infatti la somma che si restituirà alla banca erogatrice sarà data dalla cifra iniziale ricevuta con l’aggiunta degli interessi maturati nel tempo. Questi interessi, calcolati in percentuale su base annua rappresentano il tasso di interesse, e questo vale per ogni finanziamento.




Interessi dei finanziamenti
Gli interessi totali dei finanziamenti come vengono calcolati? Semplice, si sommano tutte le rate da pagare mensilmente per il periodo dell’ intera restituzione, arrivando così al totale da restituire, e sottraendo a questa cifra l’importo del prestito, la differenza rappresenta il totale degli interessi pagati. Esistono siti che propongono facili programmi di calcolo degli interessi globali.

Prestiti on line
Tutte le maggiori finanziarie e le banche erogano prestiti on line che permettono di velocizzare i finanziamenti e di poter ridurre i costi finali. Inoltre ad essi viene affiancato il comodo e utile servizio dei preventivi on line che permettono di poter analizzare le diverse offerte e alla fine riuscire a ottenere il prestito che più si avvicini alle nostre esigenze.

Prestiti personali
I prestiti personali generalmente si rivolgono ai dipendenti con un contratto a tempo indeterminato ma anche a tempo determinato, però con clausole più restrittive, ed anche ai lavoratori autonomi con almeno due anni di anzianità. Questi prestiti personali normalmente hanno un limite massimo finanziabile che non supera i 30.000 euro e possono avere diversi sistemi di interessi.





Motore di ricerca